Convitto Giovanna Meneghini

Esperienze dalle ospiti ed ex ospiti
“Mi chiamo Caputo Mariantonietta ho 53 anni, per motivi di lavoro ho dovuto lasciare la mia terra. Non nego che all’inizio ho avuto tanta di paura e ansia di mettermi di nuovo in gioco. Arrivando in questo convitto ho trovato un ambiente conforme a buoni e retti principi morali. Sento di aver avuto una crescita morale grazie a questa esperienza di condivisione e cristianità in un momento difficile, perché si è a contatto con persone sconosciute, ognuna delle quali ha una propria storia alle spalle. Sento però di essere in un ambiente sicuro e pieno d’ amore che mi aiuta a sentire meno la mancanza della famiglia, grazie al conforto che si crea tra di noi ospiti del convitto e soprattutto al conforto all’ aiuto delle suore del convitto, le quali sono sempre presenti a stendere una mano di sostegno e aiuto nei confronti del prossimo.”

 

L’esperienza presso il convitto Meneghini si è rivelata davvero molto positiva. È l’ambiente adatto per chi, come me, si trasferisce da sola in questa nuova città: oltre ad essere una struttura nuova e dotata di ogni confort, è in pieno centro storico, con collegamenti e servizi agevolmente fruibili. Inoltre, l’ambiente è molto solare ed inclusivo e le suore sono sempre accoglienti e disponibili all’ascolto, attente alle necessità delle loro ospiti. La condivisione del quotidiano con le altre ragazze è fonte di stimoli e arricchimento”. Annalisa

Convitto femminile Giovanna Meneghini

Nell’osservare il complesso delle cose scorgo essere sempre più la mano di Dio che guida tutto. 

Giovanna Meneghini

La struttura ospita solo donne che abbiano compiuto 18 anni di età. Per prenotazioni telefonare al numero 328 395 9091 oppure scrivere una mail all’indirizzo convitto@orsolinescm.it 

In centro storico a Vicenza, a due passi dalla Basilica Palladiana, a cinque minuti dalla stazione ferroviaria e degli autobus, in Contrà san Francesco Vecchio, n. 20. “Giovanna Meneghini” è il nome della fondatrice della congregazione delle Suore Orsoline del Sacro Cuore di Maria, che gestiscono il convitto femminile. Sono ospitate solo donne, prevalentemente giovani insegnanti con lavoro precario e studentesse provenienti da tutte le regioni italiane. L’opera si inserisce nella missione delle Suore Orsoline scm che, secondo l’intuizione di madre Giovanna, si dedicano alla ”salvezza e santificazione della classe popolare femminile” e si spendono per la promozione della donna.

Le suore Orsoline mediante il Convitto si propongono di:
* offrire alle ospiti un soggiorno comunitario accogliente e moralmente sano;
* favorire nelle stesse lo sviluppo di rapporti umani, la capacità di dialogo e collaborazione, l’amicizia e l’apertura le une alle altre.
* offrire momenti di incontro, di formazione e di condivisione ai fini di una crescita umana e cristiana.
E’ possibile alle giovani essere ospitate, dopo averne fatta esplicita richiesta, per motivi di lavoro o di studio con l’accettazione delle conseguenti regole di comportamento e di servizi offerti.

Leggi l’articolo “Aprire o non aprire? Da Vicenza una risposta” (novembre 2020)
Leggi e guarda qui l’articolo e le foto di Pasqua 2022

Interno del convitto