La nostra spiritualità

“Lo spirito di cui secondo me
avrebbero dovuto essere fornite
le novelle serve del Signore
doveva essere
abnegazione perfetta
di se stesse e zelo indefesso
per la salvezza delle anime”

G. Meneghini, Memoria II,2

 

Queste parole di madre Giovanna ci fanno forse oggi un po’ sorridere: sembrano veramente molto lontane nella formulazione e nell’espressione! Eppure, il loro significato è profondo e molto attuale: vivere il dono di se stesse per la promozione umana e cristiana dell’umanità, per far conoscere a tutte le persone il senso profondo della vita che il Dio di Gesù Cristo ci ha comunicato nel suo Figlio.
IL DONO DI SE’
La nostra vita spirituale tende a svilupparsi, nel dono dello Spirito, come progressiva esperienza di Gesù Cristo, incontrato e accolto in profondità come persona divina. In Lui contempliamo il Verbo di Dio, divenuto simile a noi, nostro fratello, partecipe del nostro destino e salvatore, risorto glorioso e vivente. Ispirandoci agli atteggiamenti che L’hanno condotto alla spoliazione totale, fino alla morte di croce, anche noi ci sentiamo chiamate a spogliarci di noi stesse, abbandonandoci all’azione creativa dello Spirito, perché gradualmente ci conferisca la fisionomia spirituale evangelica conforme all’intuizione della Fondatrice: “Abnegazione perfetta di sé e zelo indefesso per la salvezza delle anime”. (Dalle Costituzioni)
Con Cristo, Servo del progetto d’amore del Padre, e con Maria Serva del Signore, viviamo le beatitudini della mitezza e della povertà. Penetrando con la fede nella storia, proclamiamo che Gesù Cristo è il Signore, a gloria del Padre e cerchiamo di vivere nella logica del servizio ogni aspetto della nostra esistenza, proclamando con la vita l’alternativa evangelica alla logica del potere e della sopraffazione.
Lo sguardo sull’oggi dell’esistenza del mondo è illuminato dalla Parola di Dio, e insieme a Maria assumiamo e celebriamo le gioie, le speranze, le tristezze e le angosce (Gaudium et Spes 1), le capacità di offerta, di donazione e di impegno che le donne esprimono, interpretandole alla luce della storia della salvezza.
Il “nostro” testo biblico: Inno ai Filippesi, 2,5-11
Le preghiere del nostro Istituto
Preghiere mariane
L’Inno ai Filippesi diventa canto
Lectio bibliche
Preghiere al femminile