Pellegrinaggio al Monte Summano

28
Set

Festa dell’Azione Cattolica Vicentina per il 100° anniversario della Croce

Che bello avere negli occhi e nel cuore i volti e i sorrisi delle persone incontrate domenica 18 settembre! Eh già, la camminata al Summano è stata faticosa (il giorno dopo ho scoperto alcuni muscoli del mio corpo che avevo dimenticato di avere!) però ne è valsa la pena.

Con sr. Anna Tibaldo abbiamo percorso quasi due ore e mezza di cammino per arrivare ai piedi della croce di cui l’Azione Cattolica celebra con orgoglio il 100° anniversario. Il pellegrinaggio ha visto coinvolte tantissime persone di tutte le età, molti (soprattutto i più piccoli e i più grandi) hanno preferito usufruire del servizio di bus navetta.

Arrivate a destinazione siamo state accolte da una coloratissima moltitudine di persone, tra cui molte conosciute che abbiamo salutato volentieri… un tuffo nel passato-presente-futuro senza eguali! A tutti è stata consegnata una crocetta che viene da Betlemme, per portare con noi un po’ di quella Terra abitata dal Santo.

Dopo il nostro meritato panino ci siamo spostate nella zona del palco dove è iniziata la festa, trasmessa anche dai media locali. La stima degli organizzatori dice che eravamo in 2300, tutti pronti a fare memoria di quelle persone che in questi 100 anni hanno saputo essere una presenza significativa per i loro ordinari e quotidiani cammini di santità. Le bandiere con i loro volti sventolavano con forza per il vento, quasi a rinsaldare il nostro credo nella Comunione dei Santi.

Le amiche e gli amici dell’AC di Vicenza hanno offerto intrattenimento, momenti di riflessione e condivisioni, tra canti gioiosi, saluti provenienti da lontano e momenti di commozione per il ricordo di amici e amiche che non ci sono più. Sul palco ad un certo punto è arrivato direttamente da Palermo anche Giuseppe Notarstefano, presidente nazionale, che con simpatia ha portato i saluti di tutta la grande famiglia italiana di AC.

La festa è culminata con la celebrazione della santa Messa presieduta dal Vescovo Beniamino. Il clima vivo e partecipativo dei presenti si percepiva forte, nemmeno la fine aria fredda è riuscita a guastarne il calore!

Alla fine della celebrazione è stato presentato il documento-manifesto che raccoglie le condivisioni elaborate negli ultimi mesi nei vari gruppi di AC della diocesi berica. L’incipit è davvero interessante e riassume il senso di questa giornata: «Saliamo al Summano con gli occhi fissi su Gesù e scendiamo con l’invito “andate dunque”. Scegliamo di vivere questo tempo con speranza per dare forma ai nostri sogni. Vogliamo vivere questo tempo proiettati nelle sfide del nuovo secolo: il ricordo del passato non è nostalgia, ma invito a essere coraggiosi».

sr. Elisa Panato

Leave a Comment