MI RACCONTO: quello sforzo in più

Ciao a tutti, mi presento, mi chiamo Alessia, e da volontaria del Servizio Civile Universale presso la sede di Villa Sant’Angela volevo tenervi aggiornati sulla mia esperienza.

Ho iniziato a fare volontariato a metà del mese di Dicembre 2018  e da ora fino alla fine del mio servizio vi terrò aggiornati su ciò che le ospiti mi insegneranno, andando in ogni articolo a toccare un concetto diverso. Mi sono posta questo obbiettivo e spero di raggiungerlo con una pubblicazione al mese. Quindi, cominciamo!

Cosa dire di questi primi mesi di Servizio Civile?
E’ un esperienza fuori dal comune. Passare quelle 6 ore al giorno con le ospiti di Villa Sant’Angela mi sta letteralmente cambiando la vita. Non è facile, tante mattine preferirei stare a casa a dormire qualche ora in più, ma poi quando arrivo nella sala da pranzo e vedo le signore fare colazione capisco che anche quella mattina ho fatto la scelta giusta, e che alzarmi presto, nonostante io ami dormire, ne vale la pena.

Quando entro nella sala da pranzo di prima mattina le trovo già lì, sono più o meno sempre le solite che capitanate da A.R. piegano perfettamente i tovaglioli e li impilano uno sopra l’altro nell’attesa che una di noi volontarie li riponga nel cassetto. Aspettano la colazione e nel mentre, per distrarsi dal tempo, si danno da fare come tutte le nonne, chi più chi meno a seconda delle loro disponibilità. Già di prima mattina, se sei disposto ad imparare ti insegnano un sacco di cose, non direttamente, non a parole. Ad esempio ti mostrano come un lavoro di squadra sia più redditizio e meno dispendioso a livello di energie e tempo. Da loro si ha solo da imparare, in fondo hanno vissuto una vita intera!

Molte hanno un passato da sarte, altre invece si dedicavano alla famiglia e un paio facevano le giornaliste. Tutte, in un modo o nell’altro, si davano da fare e anche ora a distanza di anni sorridono quando ne parlano, ciò vuol forse dire che non gli pesava lavorare?

In un mondo come il nostro dove si pensa che tutto sia facile e dovuto è quasi un azzardo dire che ciò che conta davvero si raggiunge con il sudore e la fatica. La verità però è che fare quello sforzo in più ti permette poi di dare un vero significato alla vita.

Cercando di riassumere il mio articolo in una frase ho pensato di salutarvi con una citazione.

 

Alessia

Scegli un lavoro che ami,

 e non dovrai lavorare 

neppure un giorno in vita tua.

Confucio