Triduo per la festa di sant’Angela

24
Gen

In preparazione alla festa di sant’Angela Merici (27 gennaio) che fondò la Compagnia di sant’Orsola, dalla quale sono poi nate molte delle attuali congregazioni orsoline e tra queste la nostra, proponiamo un triduo di preghiera.

“La piccola famiglia delle Orsoline raccoltasi in Breganze a farvi vita comune non è che un ramoscello del grande albero piantato da sant’Angela Merici nel giardino mistico della Chiesa”, scriveva la venerabile Giovanna Meneghini, nostra fondatrice.

Questo articolo verrà aggiornato nei giorni del triduo.

Terzo giorno: Nella perseveranza

«Sorelle mie, vi esorto a fare ogni sforzo possibile per conser-varvi nello stato al quale sarete chiamate da Dio. … e perseguire tutti quei mezzi e quei modi che sono necessari per progredire nel bene e perseverare in tale stato fino alla fine: poiché in nessun caso è suffi-ciente. … Or dunque… state vigili con desiderio, e cuore ardente».

sant’Angela, Prologo

Invocazione:
O Madre Sant’Angela, che hai promesso di restare in mezzo a noi, in aiuto alle nostre preghiere, insegnaci ad essere docili discepole del Signore affinché, istruite nella sua scuola, impariamo ad essere tessitrici di fraternità, donne che sanno guardare con gli occhi del cuore per scoprire i germogli di vita nuova presente in ciascuno e sanno mettere i talenti ricevuti gratuitamente al servizio perché “tutti abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza”.

Secondo giorno: Essere tessitrici di fraternità…con gioia. 

«Confortatele animatele […] Anche se, alle volte, avranno qualche tribolazione o qualche affanno, tutto passerà prestamente e si volgerà in allegrezza e in gaudio (Ric.5°)… Io ho ferma fede e speranza nella divina bontà, che ogni nostro dolore, ogni nostra tristezza si volgerà in gaudio e allegrezza».

sant’Angela, Prologo

Invocazione:
Nella gioia di riconoscerci tutte sorelle di una stessa Famiglia Religiosa ci impegniamo a liberarci dall’individualismo, per aprirci alla fraternità nel pensare, discernere e progettare insieme, per questo ti chiediamo: Sant’Angela, fa di noi Tessitrici di fraternità.

Primo giorno: Con cuore di Madre. 

“Vi supplico di voler tener conto e d’avere scolpite nella mente e nel cuore tutte le vostre figliole, una per una, non solamente i loro nomi, ma anche la loro condizione e la loro natura, ogni loro situazione e tutto il loro essere. Cosa che non vi sarà difficile se le abbraccerete con viva carità”.

sant’Angela, secondo legato

Preghiamo con le parole di Angela:

Ricevi, Signore, il mio libero arbitrio, ogni atto della mia volontà, la quale da sé, ferita com’è dal peccato, non sa discernere il bene dal male.

Ricevi, Signore ogni mio pensare, parlare ed operare; ogni cosa mia, tanto interiore quanto esteriore.

Tutto questo io offro ai piedi della tua divina Maestà.

Ti prego, Signore, degnati di riceverlo benché io ne sia indegna. Amen.

Leave a Comment