IL SERVIZIO CIVILE ALLA SCOPERTA DEL PARTENARIATO LUA

14
Feb

Martedì 11 febbraio 2020, presso Villa Sant’ Angela a Breganze (VI) noi operatori volontari del Servizio Civile Universale (Daniela, Samuele, Ilaria, Petra, Valentina, Sonia, Elisa e Maria) abbiamo partecipato ad un incontro di partenariato con la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari (LUA) presentato da Elena Dal Ben, esperta referente sul territorio della LUA che da oltre 10 anni pratica la metodologia dell’Autobiografia. La LUA è la libera Università dell’Autobiografia Anghiari fondata nel 1999 da due professori Duccio Demetrio e Saverio Tutino per promuovere un’esperienza culturale centrata sulla scrittura autobiografica, la quale inserendosi in un percorso di “educazione degli adulti” ha come obiettivo la crescita etica e morale della persona all’interno della società.

Elena Dal Ben presenta la Libera Università di Anghiari

Il laboratorio a cui abbiamo partecipato è stato caratterizzato da vari momenti di scrittura seguiti dalla libera condivisone in gruppo dei propri elaborati. Questi momenti sono stati significativi. Ognuno immergendosi nella propria interiorità ha potuto tirare fuori qualcosa di personale e prezioso. Inoltre è stata importante la condivisione in gruppo delle riflessioni emerse per ascoltare le parole degli altri e per rileggere con una “postura” diversa le proprie. Dall’incontro è emerso che la scrittura è un modo di esprimersi senza maschere in quanto permette di far affiorare ciò che si cela nel profondo del nostro io e che a volte risulta difficile raccontare nel linguaggio parlato.

Una delle attività laboratoriali: ci fermiamo sullo sguardo… sugli occhi

Questa esperienza ci ha permesso di comprendere il valore culturale e umano della scrittura autobiografica. Uno strumento efficace e prezioso da inserire in progetti culturali ed educativi che possono dare alle persone la possibilità di far memoria dei propri vissuti passati, che essendo stati spesso dolorosi, non hanno avuto la forza di diventare parole, lacrime, ma sono rimaste prigioniere del silenzio.

Ascolta l’intervista a Duccio Demetrio

Daniela Bicego