Tra Servizio e Protezione (civile)

20
Mar

Giovedì 14 marzo 2019, noi volontarie del Servizio Civile ci siamo riunite in mattinata a Villa Savardo (Breganze) in occasione del terzo incontro di formazione generale previsto dai due progetti (Con-Tatto, a fianco di minori e donne, senza confini e ViviAMO tutte le vite). Il pomeriggio, poi, tutto il gruppo ha fatto visita alla sede della Protezione Civile dello stesso comune, per toccare con mano una realtà concreta – oltre che una possibilità di servizio – che si adopera per la promozione e la tutela del bene comune.

La giornata è stata un’occasione di incontro utile per conoscere più da vicino la realtà di servizio civile di Laura, Federica, Giorgia e Veronica presso Villa Savardo, dove sono chiamate ad affiancare i professionisti nelle attività che la struttura offre agli ospiti: sostegno educativo alle adolescenti col fine di potenziarne le ricorse individuali e dell’autonomia, e ai ragazzi nello svolgimento dei compiti scolastici; supporto alle madri con bambini nella progressiva acquisizione di uno stile educativo; attenzione nel favorire la socializzazione e le relazioni positive attraverso l’esperienza del gruppo.

Dopo pranzo, Catia e Mario – volontari della Protezione Civile di Breganze – hanno condiviso la loro esperienza di servizio sul territorio che svolgono anche attraverso attività di prevenzione, formazione e sensibilizzazione per la cittadinanza, con il fine di suscitarne una partecipazione attiva e più consapevole. Alla dettagliata spiegazione di Catia in merito alla strutturazione dell’associazione – inserita nel più ampio sistema del Servizio Nazionale della Protezione Civile – e l’intensa testimonianza di Mario di quanto vissuto durante la gestione dell’emergenza post terremoto del Friuli nel 1976 e dei più recenti eventi sismici come l’Aquila (2009), è seguita una breve ma esaustiva formazione antincendio proposta da Catia – perito chimico – relativa alle norme e al comportamento cui attenersi durante i soccorsi e le emergenze evacuazione in casi di pericolo.

Al termine della giornata, con soddisfazione abbiamo potuto raccogliere informazioni e stimoli utili per la riflessione personale, aumentando il nostro bagaglio di conoscenza reciproca e continuando ad approfondire quanto previsto dai propri progetti.

 

Lara Iannascoli

Rispondi a Anonimo Annulla risposta